News

Charter 3 Luglio 2015: discorso di insediamento del Presidente

 

“Autorità Lionistiche, Carissime Amiche e cari Amici Lions, gentili Ospiti, l’emozione è grande questa sera nel prendere la parola.

Mi associo al Presidente Andrea Pastore nel salutare e ringraziare le tante personalità lionistiche e civili, i presidenti dei Club Lions e degli altri Club Service della città, che ci hanno onorato della loro presenza.

Vorrei poi indirizzare un altro pensiero, pieno di affetto e gratitudine, verso qualcuno che invece questa sera non c’è, ma che è sempre presente nel mio cuore e sono certa anche nel vostro: il mio Padrino, il compianto Giorgio Lancasteri, a cui sono grata per avermi trasmesso quel particolare spirito Lionistico e quell'orgoglio nell'appartenenza che ha sempre caratterizzato e contraddistinto l'agire del Lions Club Pescara Host.

Ricordo ancora con commozione il suo ultimo compleanno, che ha voluto trascorrere con la sua famiglia insieme a noi tutti, in occasione di uno dei nostri meeting, testimoniando con l’esempio i valori dell’amicizia, del piacere di stare insieme e di farlo perseguendo gli ideali di condivisione e di solidarietà che devono animare ogni Lions.

L’esempio, come sempre, vale più di tante parole.

Ebbene lo spirito e l’orgoglio lionistici sono due punti essenziali che devono sempre animare il nostro agire, di Lions, ma anche di Uomini.

E’ ciò che dobbiamo ricercare con impegno e determinazione, per mantenere e rinnovare con vigore la brillante tradizione del nostro storico Club.

Quando mi è stata proposta la candidatura a Presidente, non nascondo di aver provato molti timori. Timore di non avere abbastanza esperienza nella vita di Club, né sufficienti doti per ricoprire adeguatamente questo ruolo, nel quale ho avuto predecessori tanto illustri. Poi, ha prevalso il desiderio di voler far bene e lo spirito di servizio che il nostro Past Governatore, mio caro amico nonché colui che ormai considero il mio “padrino d’elezione”, Guglielmo Lancasteri, sempre ricorda:

“Il primo service che ogni socio Lions è tenuto a fare è mettersi a disposizione del proprio Club”.

Ed è ciò che ho fatto, accettando con gratitudine l’impegno e confidando nell’aiuto che ciascuno di voi potrà e vorrà dare per perseguire insieme gli obiettivi di servizio e di amicizia che ci daremo nell’anno.

L’impegno che personalmente metterò in questo compito sarà massimo, e sono certa di poter contare su un Direttivo di grande qualità e spessore, fonte inesauribile di idee e di energie, che avrò il piacere di presentarvi tra poco.

Lavoreremo come una squadra, con il Vice Presidente e con gli altri membri costruiremo un piano pluriennale, che ci consentirà di perseguire in maniera corale i Service più ambiziosi, riconoscibili e concreti, evitando personalismi e lavorando per il nostro territorio e per gli obiettivi distrettuali e nazionali che ci verranno proposti. Cercheremo di farlo con qualche innovazione, in modo molto operativo, con una particolare attenzione alla comunicazione verso l’esterno e verso tutti i soci del Club, coinvolgendoli tutti, non soltanto coloro che hanno già una partecipazione attiva alla vita di Club.

Coinvolgeremo in particolar modo i ragazzi del Leo, con la cara Arianna a cui faccio i miei più affettuosi auguri. Lavoreremo insieme in uno spirito di reciproco scambio, poiché ho imparato anche dall’esperienza in famiglia che i ragazzi hanno tanto da darci, più di quanto prendono da noi, con il loro entusiasmo, la loro freschezza e la loro voglia di fare.

Devo aggiungere che è un onore particolare per me prendere il distintivo da Presidente dopo il fulgido anno di Andrea Pastore, che ha regalato al nostro Club grandi successi e grande visibilità anche internazionale. L’esperienza della Conferenza del Mediterraneo è stata per l’intera città di Pescara un momento entusiasmante di centralità; un’occasione per discutere e confrontarsi, nello spirito lionistico più autentico, in un ampio consesso di persone di buona volontà provenienti da 20 diversi paesi.

Mai come in questo momento storico, penso ai recentissimi tragici eventi che hanno sconvolto la Tunisia, è importante l’impegno delle persone di valore e di sani principi, per contrastare gli oscurantismi che ci circondano e rischiano di farci soccombere. Di far soccombere i nostri valori civili e morali, espressione della nostra civiltà e della nostra storia. Non dobbiamo lasciare che prevalga la strategia della divisione religiosa tra i popoli, del terrore e del pregiudizio verso l’altro, portando la nostra civiltà indietro di 1.000 anni.

Il contributo di idee e di sentimenti orientati alla pace ed alla solidarietà che i Lions di tutto il mondo possono esprimere è fondamentale, insieme e forse più di quanto possano esserlo gli aiuti umanitari di tipo concreto, che pure tanto caratterizzano la nostra associazione ed i suoi Service, ovunque si manifesti una necessità ed un bisogno.

Esiste, per fortuna, ancora un mondo fatto di persone che dopo aver dimostrato di valere nella vita, nella professione e nella famiglia, sanno riconoscersi in una identità comune e sono capaci di spendere se stessi gratuitamente, a vantaggio della comunità in cui vivono, difendendo e comunicando i valori in cui credono e che sono così bene espressi dai principi Lionistici.

Questi, cari amici, sono i Lions. E questi sono i valori che devono animarci, nel ritrovare un orgoglio dell’appartenenza che forse qualcuno ha dimenticato. Orgoglio e motivazione nell’appartenenza, senza autoreferenzialità ma riconoscendo il valore di ognuno e di tutto il Club come collettivo.

Abbiamo all’interno del nostro Club personalità di grande spessore individuale, professionale e civile, e spero sempre di più ne avremo con l’ingresso di nuovi soci. Ne approfitto per dare il mio personale benvenuto a Stefano Stuard, che tutti impareremo a conoscere ed a stimare e la cui amicizia certamente potrà dare un grande contributo a ciascuno di noi, come persone e come Lions. Benvenuto Stefano !

Basterebbe questo spirito a stimolare la partecipazione, il confronto di idee e la conoscenza reciproca, anche tra i soci che frequentano meno.

E questo sarà il fil-rouge del nuovo anno: rafforzare l’orgoglio dell’appartenenza, con modi e percorsi di motivazione nuovi e spero efficaci.

Ora vorrei presentare il mio Direttivo, prego ciascuno di raggiungermi al tavolo:

Maria Elena Degli Eredi, Vice Presidente

Andrea Pastore, Past Presidente

Andrea Scoponi, Segretario

Pietro Di Giovanni, Cerimoniere

Pino Pace, Tesoriere

Franco Farias, Censore

Chiara Mazzocchetti, Leo Advisor

Giulio Comani, Consigliere

Marius Szymansky, Consigliere

Alberto Siena, Presidente Comitato Soci

Un saluto affettuoso a tutti, ed in particolare alla nostra cara amica Ester Vitacolonna che oggi compie gli anni ! Tanti auguri Ester ! Appuntamento al 2 ottobre per il primo meeting del nuovo anno sociale!"