News

Discorso del Presidente al Congresso Nazionale di Vicenza

Congresso Nazionale di Vicenza (30 e 31 maggio, 1° giugno 2014). Intervento del Presidente del Lions Club Pescara Host Luciano Mauriello.

Care Amiche, cari Amici Lions,

prendo la parola in questa che è la massima assise  della nostra Associazione per una comunicazione ufficiale, preordinata ad un invito che desidero rivolgere a tutti Voi Congressisti, ed una doverosa puntualizzazione.

Pescara sarà sede, il prossimo anno, della XVIII Conferenza dei Lions del Mediterraneo.

Abbiamo avvertito subito e pienamente lo straordinario valore del privilegio che ci era stato accordato, consapevoli come eravamo e restiamo che ci saremmo dovuti misurare anzitutto con città cariche di storia e di fascino (nell’ordine Aix en Provence, Trieste, Atene, Lubiana, Tangeri), per citare soltanto le città che negli ultimi anni erano state prescelte come sedi della Conferenza in questione.

Una sfida, quindi, difficile, eppure estremamente stimolante, come ci ha consentito di rilevare, nel marzo scorso, la Conferenza di Tangeri che, per tre giorni, ha fatto registrare, fra l’altro, la presenza ininterrotta del Presidente internazionale Barry Palmer.

Tenuto conto dell’ormai consolidato riconoscimento della Conferenza come evento ufficiale di assoluto rilievo internazionale e, come tale, disciplinata da un chiaro disposto normativo (art 2 dell’apposito regolamento), nei mesi scorsi, il mio Club, sulla base di un articolato bilancio di previsione, ha ritenuto doveroso interessare il Consiglio dei Governatori perché fosse accolta l’istanza di erogazione di un contributo che potesse  alleviare l’onere finanziario che, in misura prevalente,  sarebbe sempre rimasto  a carico del Club organizzatore.

Con motivazione che non condividiamo – tengo a rilevare che Pescara era stata prescelta ufficialmente come sede della Conferenza già a Lubiana, nel marzo del 2013, e che il contributo richiesto avrebbe inciso solo in parte minima sul bilancio complessivo dell’Organo centrale – ci è stato risposto che la nostra istanza non poteva avere favorevole corso e che, in alternativa, si sarebbe proposto, nella sede del Congresso nazionale, d’introdurre una sorta di “contributo di scopo” da porre a carico di ciascun socio del Distretto Multiplo 108 Italy, per due esercizi finanziari successivi.

E’ la proposta che abbiamo trovato iscritta all’o.d.g. . Tale proposta, però, non è stata da noi mai formulata, non condividiamo e di essa chiediamo anzi la cancellazione, convinti, come siamo, che, quando si insiste troppo nell’introdurre addizionali, contributi di scopo, qualsivoglia sistema, anche un sistema associativo, può saltare.

Il mio Club, facendo affidamento su altre fonti di finanziamento e, soprattutto, trovando fra le pieghe del proprio bilancio lo spazio per un’oculata impostazione della copertura della spesa, onorerà fino in fondo l’impegno che ha assunto e di cui avverte pienamente la responsabilità, ben consapevole che fra nove mesi è in gioco l’immagine del Paese e che il nostro auspicato successo non potrà non essere il successo dell’intero Lionismo italiano.

A Voi, cari Amici, a nome del mio Club, mi sento di rivolgere un solo, caldo invito.

IscriveteVi e partecipate numerosi alla XVIII Conferenza del Mediterraneo.

Per noi  sarà un privilegio e motivo di autentica gratificazione poterVi accogliere nell’ospitale terra d’Abruzzo, nel marzo del 2015.